Samsung Galaxy Note 10+

Nel 2008 Samsung ci proponeva la primissima generazione del Galaxy Note, una nuovissima tipologia di smartphone che di sicuro sarebbe stata destinata a fare la storia in questo settore. Infatti la S Pen è diventata una pietra di paragone ed è diventato uno degli accessori meglio realizzati e concepiti di sempre. Nonostante il Galaxy Note 7 abbia rappresentato un flop non indifferente portando un danno economico e di immagine in questa nota azienda sudcoreana, il Note rappresenta comunque una delle migliori evoluzioni nel campo dei cellulari con delle caratteristiche davvero uniche.

In questo, il Galaxy Note 10 plus incarna in tutto e per tutto la perfetta evoluzione di tutti i suoi diretti predecessori diventando e rappresentando una delle migliori esperienze che si possono trovare attualmente sul mercato. La S Pen ha ormai raggiunto dei picchi di eccellenza da diventare decisamente complementare all’utilizzo del dispositivo. Ed il display è diventato di fatto un punto di riferimento per questo settore.

Anche l’interfaccia grafica con le relative funzionalità del software è diventata ormai una sicurezza. Un phablet di fascia alta con un prezzo da top di gamma che è comunque pronto a sfidare il suo diretto rivale, l’Iphone 11 pro max, in un prodotto in cui Samsung ha curato ogni minimo dettaglio, realizzando un capolavoro tecnico.

Packaging e design

Una confezione decisamente ricca con una carica batterie da 25 W. Ricordiamo però che il telefono supporta un tipo di ricarica anche da 45 W e di tipo wireless da 20 anche inversa e ci consentirà di ricaricare completamente il telefono in poco più di un’ora. Avremo anche a disposizione delle punte di ricambio per la S Pen, delle ottime cuffie in ear del noto marchio AKG ed un adattatore di tipo usb micro ed un cavo di tipo C. Anche la forma del Note è davvero bella, con le stesse medesime dimensioni del precedente Note 9 ma con un display meno curvo ma molto più grande. I tasti sono tutti sul lato sinistro a cui senza dubbio bisognerà fare l’abitudine e non è più presente il tasto Bixby. Del resto con un lato completamente pulito si rischia in misura di meno di schiacciare i tasti a caso. Non sono presenti led e abbiamo degli altoparlanti stereo di alta qualità.

Display

L’Oled ha un contrasto davvero eccezionale e questo schermo è senza alcun dubbio uno dei migliori schermi che potremo desiderare su uno smartphone ed è probabilmente uno degli schermi più luminosi presenti sul mercato con 1098 nits con finestra all’ 1 %. La modalità vivida ci restituirà dei colori molto carichi. Riusciremo a vedere anche all’aria aperta e sotto il sole grazie ad un filtro che abbatte i riflessi in modo molto efficace. 

Probabilmente a causa delle dimensioni Samsung non ha previsto alcun LED di notifica ma come in altri prodotti Samsung dobbiamo ricordare che questo dispositivo dispone di un’ottima modalità Always on Display che ci consente di avere il display sempre acceso senza che questo vada ad influire in nessun modo con l’autonomia del cellulare. Vi segnaliamo anche che appena estrarremo il pennino il display si attiverà immediatamente permettendoci di prendere delle note in qualsiasi momento e che poi riponendo la S Pen nel suo alloggiamento la nota ci verrà salvata automaticamente spegnendo lo schermo e tornando alla modalità AOD precedentemente descritta

Autonomia

Con una batteria da 4300 mAh saremo in grado di reggere anche in una giornata di utilizzo intenso arrivando a fine serata e dover poi ovviamente ricaricare. Un’autonomia che rientra comunque nella media soprattutto se teniamo presente che avremo una potenza complessiva davvero massima e sfruttando al massimo con due SIM, AOD sempre attivo e la massima risoluzione di tipo QHD +.

Avremo comunque un caricabatteria che sarà capace di ricaricare il nostro dispositivo in tempo davvero breve. Infatti ci basteranno venti minuti soltanto per raggiungere quasi il 40% di carica e 75 minuti per arrivare ad una ricarica completa.

Hardware

All’interno di questo mostro di potenza abbiamo il nuovo processore SoC Exynos 9825 octa core realizzato a 7nm con una potenza di calcolo di livello eccelso a cui non manca nulla. Wifi 6 ax 4g + e abilitazione già per il 5g. Delle memorie davvero veloci di tipo UFS 3.0 con 1550 MB in lettura e 580 MB al secondo in scrittura, 12 GB di memoria RAM e dotazione di memoria di storage da 256 o 512 GB. E poi avremo DeX, una funzione che Samsung sta seguendo da tempo e che ci consentirà di collegare il nostro dispositivo mobile ad un monitor esterno. Inoltre ci consentirà di trasformare il nostro smartphone in un vero desktop che, come novità, sarà la possibilità di compatibilità con Windows e il collegamento a PC/Notebook scaricando unicamente un programma dedicato

Fotocamera

Ai tre sensori di immagine già presenti sul Galaxy S10 si aggiunge in questa versione PLUS un ToF VGA che ci aiuterà a migliorare le funzioni foto e video live oltre a quelle legate alle applicazioni Samsung come misurazione Rapida e che sfrutta i dati sulle profondità di campo.

La fotocamera principale è da 12 MP con stabilizzazione ottica ed un’apertura focale variabile da f 1,5 fino a f 2.4. L’altra fotocamera sempre ottima è una fotocamera zoom sempre da 12 MP con ottica 2x e che rappresenta una delle migliori sulla piazza e con lunghezza e apertura focale che cambia e che arriva a f 2.1.

La terza, la grandangolare, da 18 MP e che ci consentirà di riprendere un campo di 123 gradi e godere di una vista privilegiata e ottimamente bilanciata. Come selfie camera anteriore è da 10 MP con delle ottime opzioni a corredo come l’Hypelapse, il video fuoco live e la funzione Notte. Anche i video sono del tutto soddisfacenti con qualità 4k a 60 fps e di cui potremo sfruttare la modalità fuoco live che scontornerà perfettamente il soggetto dallo sfondo.

S PEN

Vero fiore all’occhiello e peculiarità maggiore di questo prodotto è proprio la S Pen che al momento riconosce anche la nostra scrittura e ci consentirà di traslitterare i font digitali più facili da condividere a patto però che la nostra scrittura sia sufficientemente leggibile. Avremo le solite Air Action che ci consentiranno di effettuare delle azioni attraverso il movimento della S Pen, una sorta di “incantesimi” alla Harry Potter. Utilissima anche la funzione che evidenza un numero appuntato con la S PEN nelle note e che ci permette di chiamarlo direttamente senza dover fare troppi passaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *