Il root dello smartphone Android è una procedura abbastanza semplice, con la quale è possibile aumentare le potenzialità del telefono. In pratica si rimuovono le restrizioni inserite dal costruttore, con la possibilità di ottimizzare le prestazioni del dispositivo e personalizzare le varie funzionalità. Vediamo 10 app utili dopo il rooting dello smartphone, con cui sostituire le applicazioni tradizionali installate nei cellulari senza rooting.

1- ROM Manager

Una delle migliori app per telefono con rooting è senza dubbio ROM Manager, disponibile sia su Google Play Store che scaricabile tramite pacchetto file APK. In particolare l’applicazione consente di cambiare il firmware dello smartphone, passando da un sistema a un altro in maniera facile e veloce. In questo modo è possibile stabilire quale ROM installare e usare, scaricandole direttamente dalla scheda SD.

2- Root Explorer

Un’app veramente utile per un telefono roottato è Root Explorer. Con l’applicazione è possibile accedere a qualsiasi tipo di file presente nello smartphone, per gestire ogni risorsa in modo più efficiente e personalizzato. L’interfaccia grafica è piuttosto intuitiva e semplice da navigare, infatti è possibile cercare rapidamente i file e trovarli in pochi istanti. Per usare l’app basta installare il file APK, localizzando anche i documenti più nascosti e difficili da individuare.

3- System Tuner

Una volta effettuato il root di Android è importante gestire varie funzionalità, nonostante siano cambiate alcune condizioni. Per farlo un’applicazione adeguata è System Tuner, scaricabile tramite pacchetto di file APK. L’app consente di monitorare qualsiasi attività del telefono, ripristinare versioni precedenti del sistema operativo ed eseguire backup in maniera sicura e semplice. Inoltre si possono gestire le app presenti, per una migliore organizzazione dei programmi.

4- Titanium Backup Root

Eccola un’app per telefono con rooting che bisogna proprio avere, in quanto permette di ottimizzare le prestazioni dello smartphone dopo la personalizzazione e lo sblocco. In particolare con Titanium Backup Root è possibile gestire le applicazioni installate nel cellulare, senza perdere quella capacità di organizzazione presente nel dispositivo senza root. Un vantaggio è la possibilità di intervenire anche nelle app protette, aggirando le restrizioni presenti, in più è distribuita gratuitamente.

5- SetCPU for Root Users

La quinta app che consigliamo a chi ha effettuato il rooting del suo device è SetCPU for Root Users. L’applicazione mette a disposizione la possibilità di gestire al meglio le nuove prestazioni del telefono, per fare overclocking e spingere al massimo le performance. Nello specifico si possono modificare le impostazioni del cellulare, oppure creare vari profili differenti, con il supporto di apposite schede di memoria SD o l’utilizzo della memoria interna dello smartphone.

Vuoi scoprire le altre 5 app per i telefono con rooting? Clicca qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *