Google pixel 4

Google con il Pixel 4 ha creato un piccolo capolavoro sia in termini di integrazione tra comparto hardware che in quello del software, e che è perfettamente inserito nell’ ecosistema che la casa ha ormai creato e, cosa anche rara di questi tempi, è in grado di donarci delle prestazioni di top di gamma con delle dimensioni compatte. Purtroppo però spesso riusciremo ad arrivare a fine giornata con la carica a causa di una batteria che è stata in modo eccessivo sotto dimensionata.

A volte si ha la sensazione che Google sia interessata alle vendite in modo marginale. Infatti in alcuni settori sembra evidente che l’azienda di Mountain View si serva di questi prodotti per riuscire a tracciare la via che sarà poi seguita dagli altri produttori di Android. Nonostante questo i dispositivi della scorsa generazione hanno fatto registrare dei numeri davvero di rilievo sul mercato, specialmente negli Stati Uniti.

Il Pixel 3 XL è stato uno dei migliori smartphone del 2018 nonostante alcune evidenti limitazioni, e questo Pixel 4 può essere considerato un’ alternativa ottima con sistema Android all’Iphone 11 con un ottimo comparto nella sezione fotografica. Il prezzo è di 799 euro che se confrontato con gli 839 del prodotto di partenza della Apple, lo rende di sicuro appetibile.

Compatto e maneggevole

Lo smartphone di Goggle si tiene e si riesce ad utilizzare in modo sereno con una sola mano. I pulsanti fisici sono raggiungibili agevolmente con le dita così come con tutte le porzioni del display. E, nonostante sia realizzato in modo totale in vetro non abbiamo mai la sensazione che possa scivolarci via dalle mani e questo grazie alla finitura opaca nella parte posteriore e che si unisce comodamente a quella gommata della cornica.

Abbiamo quindi davvero un piccolo capolavoro dal punto di vista della costruzione e che si tiene in modo molto comodo in tasca. Il design del Pixel 4 è uno di quelli che si ama o si odia andando poi sul soggettivo. E’ però apprezzabile la scelta di Google che è riuscita a proporre qualcosa di nettamente diverso nel panorama degli smartphone attuali. La colorazione arancione è peculiare e la presenza di una cornice superiore importante non ne rovina affatto le linee estetiche.

Caratteristiche Google pixel 4

Nonostante le dimensioni compatte il comparto hardware è davvero top di gamma, con uno Snapdragon 855 di Qualcomm insieme a ben 6 Gigabyte di RAM e con una ottimizzazione software di Google offrendoci delle prestazioni di altissimo livello.

La memoria purtroppo non è espandibile con modelli da 64 GB o 128 GB. Il comparto di connettività è completo di tutto quello presente al momento sul mercato, ma manca, purtroppo un’uscita per un jack audio. Lo schermo è un pannello P-Oled da 5,7 pollici con una risoluzione da 1080 x 80 pixel con un rapporto di 19:9 ed un refresh rate a 90 Hz, con ottimi livelli di contrasto.

Due sensori fotografici nella parte posteriore da 12 megapixel e con f da 1.7 e stabilizzazione ottica dell’immagine d il secondo da 16 megapixel e f 2.4 con uno zoom ottico da 1,8x sono la dotazione di elevatissimo livello a disposizione. La selfie camera è invece da 8 megapixel con un sensore ToF 3D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *