Legends of Runeterra

La software house Riot Games fa di nuovo centro! Dopo essere stata la leader nel settore dei MOBA (Multiplayer Online Battle Arena) con il il titolo League of Legends, scende in campo con un gioco di carte curato fin nei minimi dettagli, tanto da farlo entrare subito accanto ai pluripremiati e ben famosi come Magic Arena e Hearthstone.

Il gioco, nonostante sia ancora in beta (a metà aprile 2020 avremo il rilascio ufficiale e l’uscita in versione mobile) ha raccolto già numerosi consensi tra i giocatori già navigati dei giochi di carte collezionabili e sia tra i novizi. Un sistema bilanciato, con carte ben studiate, e un innovativo sistema che può davvero definirsi free to play (esistono come sempre le microtransazioni, ma sono davvero superflue e non squilibrano in maniera netta il divario tra giocatori pay e free), che tende a premiare il buon gioco, la costanza e le scelte strategiche da parte del giocatore.

Come funziona Legends of Runeterra

Attingendo dal bacino dell’universo creato in precedenza su league of legends, questo gioco riporta i campioni del precedente titolo in una forma cartacea e strategica, ben diversa dall’azione frenetica a cui molti erano abituati. Imparare il gioco è facilissimo, in quanto un tutorial ci accompagnerà sin dai primi momenti in cui faremo accesso e ci spiegherà le strategie e i segreti per creare prima un nostro mazzo di carte personale e poi di padroneggiare le partite contro giocatori reali in tutto il mondo, in un sistema di classifica già ben rodato in altri giochi. Lo stile grafico è magnifico, le illustrazioni delle carte e dei campioni sono piccole opere d’arte. Simbolo di quanto si sia investito su questo prodotto. Nel futuro vediamo chiaramente tornei mondiali e sicuramente un posto nel settore degli E-sports che contano.

Ma, più semplicemente, cos’è Legends of Runeterra? Un gioco di carte in cui dovremo costruire un mazzo con le carte della collezione che possediamo ( le carte che non abbiamo verranno sbloccate con scrigni che si apriranno man mano che giochiamo). Le carte rappresentano maghi,guerrieri e magie e soprattutto i famosi campioni di LoL che potremo includere nel nostro mazzo e nella nostra strategia per attaccare il Nexus avversario,che, portato a 0 punti vita,dai 20 iniziali, ci doneranno la vittoria.

Ogni mossa che faremo ci aiuterà in questo intento e dovremo studiare attentamente ogni giocata sia nostra sia dell’avversario, perché anche una singola carta potrà ribaltare completamente la situazione. Un gioco con regole davvero semplici ma con una profondità tattica davvero interessante. Le carte sono divise in regioni, ognuna di essa avrà una strategia differente per portarci alla vittoria e delle carte in tema con quel tema, ad esempio, Ionia, terra dal sapore orientale, avrà carte che, come i ninja, saranno difficili da bloccare da parte dell’avversario. Oppure le Isole Ombra con una tematica mortifera che punterà a sopraffarre l’avversario con carte che sfruttano la morte delle nostre stesse unità!

Ogni seguace che abbiamo avrà un costo in punti mana, di cui avremo un tot ogni turno, e un valore di forza,che indicherà il danno che infligge e un punteggio salute, che indica quanti danni può subire prima di essere eliminata dal campo. Potremo attaccare il Nexus del nemico un turno ma il turno dopo dovremo subire l’attacco del nostro avversario,in un  susseguirsi di attacchi e difese in cui dovremo calibrare le nostre risorse in campo, soppesando quando conviene attaccare e quando conviene attendere e prepararci a  difendere nel turno successivo dell’avversario.

Giocabilità e longevità del gioco

La giocabilità è altissima e anche la longevità di Legends of Runeterra, visto che dopo il set iniziale di carte siamo già pronti ad un infornata di nuove carte con una nuova espansione già annunciata che sicuramente cambierà completamente il modo di giocare e di affrontare i nostri avversari, con unità e magie del tutto nuove. E siamo ancora in beta, lo ricordo. Di sicuro non è tutto oro quel che luccica, ma Legends of Runeterra ha tutte le carte in regola per diventare davvero un cult e diventare un acerrimo concorrente di quel famoso Hearthstone di cui parlavamo sopra. Di Magic vedremo, sia perché sempre stabile in alto da più di 25 anni, sia perché gli investimenti dei premi di questo al momento sono inarrivabili (parliamo di 10 milioni di dollari all’anno come montepremi).

Legends of Runeterra: valutazione complessiva

Vi consiglio fortemente di provare Legends of Runeterra, sia che siate già esperti di giochi di carte sia che non li abbiate mai giocati, perché LoR rappresenta un ottimo punto di partenza e di intrattenimento per tutti. Ho provato questo titolo dal primo giorno e non mi ha mai deluso, anzi, mi ha dato voglia di continuare a giocare e provare sempre nuove tattiche.

E, a differenza di altri giochi, sono riuscito ad avere la collezione completa di carte non spendendo nemmeno un centesimo, ma solo…giocando, che, di questi tempi, direi sia un ottimo più.  In questi giorni, comunque, la Riot Games si sta muovendo su molti fronti, Teamfight Tactics è un gioco in stile Chess Battle uscito pochi giorni e fa e, sempre prima dell’uscita ufficiale di Legends of Runeterra, tra qualche giorno, uscirà Valorant, un gioco che ricorda molto il ben famoso Overwatch, un fps competitivo in squadra.

Tutta questa carne sul fuoco un po’ mi perplime e spero che, nonostante le numerose uscite, si riuscirà a conservare una qualità alta per tutti i prodotti, perché si sa, a volte il troppo…

Voto: 8/10 da provare sicuramente. Aspetto comunque la nuova espansione per vedere se si riuscirà a mantenere l’alto grado di bilanciamento avuto finora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *